Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato? Scegli Ambiente Spurgo!

I Pozzi neri Prato e lo Spurgo pozzi neri Prato di Ambiente Spurgo sono alcune delle attività della nostra azienda che vanta anni di esperienza maturata in questo settore e in generale tutto ciò che riguarda la pulitura e la stasatura tubazioni di fosse biologiche civili e industriali. Il nostro obiettivo principale è essere all’avanguardia nel settore dell’ecologia, e programmiamo interventi di manutenzione ordinaria per condomini, enti ospedalieri, hotel, supermercati e aziende. Le nostre principali caratteristiche sono l’accortezza per gli ambienti, l’attenzione per i dettagli, una strumentazione tecnica qualificata, abbiamo programmi di monitoraggio avanzati, servizi su misura, ma soprattutto forniamo un servizio di spurgo pozzi neri Prato disponibile 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Per quanto riguarda l’ Pozzi neri Prato e lo Spurgo pozzi neri Prato, sul nostro sito potete contattarci per ottenere un preventivo personalizzato sulla base delle vostre esigenze e per ogni tipo di richiesta, oppure potete chiamarci, se avete urgenza, al PRONTO INTERVENTO 24/24, sempre a disposizione per tutto l’anno, festivi compresi, ai numeri: 347 4188240 – 0574 813362 .

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato. Scopri tutti i servizi di Ambiente Spurgo a Prato! Contattaci

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato: Cosa si intende per “pozzo nero” ?

In pratica un pozzo nero è una vasca o un serbatoio molto ampio, che viene interrato nel sottosuolo e nel quale si raccolgono al suo interno i liquami, dette anche “acque nere”, i rifiuti e le acque reflue provenienti dagli scarichi dei servizi igienici. Si differenza dalla fossa biologica perchè non presenta un sistema di scomposizione dei rifiuti, neanche un ulteriore serbatoio dove vanno a finire i fanghi come nella vasca Imhoff e non ha nemmeno un tubo di uscita come nella fossa biologica.

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato:Cosa sono i pozzi neri?

Laddove non sussista un allaccio alla rete fognaria pubblica, per esempio in zone rurali, montane o in aree isolate, l’unico modo per poter trattare le acque reflue provenienti dagli scarichi delle abitazioni e di tutte le altre strutture, siano essi industrie o uffici o esercizi commerciali, è la costruzione e la dotazione di un pozzo nero o di una fossa biologica.
Il pozzo nero, argomento di questa pagina, è semplicemente una grande vasca spesso in cemento o in PVC, che accoglie le acque reflue. Viene interrato e di solito viene chiuso da un tombino, ma è sempre possibile monitorare la quantità dei liquami tramite pozzetti di controllo.

In realtà il pozzo nero non è più così comune, ma in vecchie case magari isolate potrebbe essere ancora presente. È infatti la fossa biologica il sistema più utilizzato nei casi appena elencati.
Il pozzo nero infatti per poter essere presente, deve soddisfare determinati requisiti, perché altrimenti si rischiano danni sanitari e ambientali. Per esempio se in prossimità della struttura sono presenti altre unità abitative, corsi d’acqua, falde acquifere, il pozzo nero dovrà essere chiuso a tenuta stagna, e si dovrà effettuare periodiche attività di manutenzione e controllo affinché il serbatoio di cemento o PVC non si crepi o si rompi del tutto causando lo sversamento dei liquami.

Una speciale versione del pozzo nero, è la fossa Imhoff che è in pratica una via di mezzo tra un pozzo nero e una fossa biologica. Il suo funzionamento è il seguente: vi è la vasca principale, anch’essa in cemento, costituita da più piani, dove arrivano i liquami per mezzo di un tubo collegato ai condotti di scarico dell’abitazione. In essa i rifiuti solidi vengono digeriti da batteri anaerobici e la parte più densa, rimane sul fondo. La parte liquida che rimane in alto viene spinta per mezzo di un tubo, in una vasca di decantazione e in cui le acque vengono depurate. In seguito vengono poi espulse tramite un tubo verso l’esterno.

Tale sistema viene di solito adottato per abitazioni isolate, non vicine a corsi d’acqua, che il terreno sia di una composizione tale da non permettere l’assorbimento, e in cui vi sia la necessaria pendenza che consenta alle acque depurate di giungere a valle.

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato: che limiti normativi esistono per i pozzi neri?

Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato. Scopri tutti i servizi di Ambiente Spurgo a Prato! Contattaci
Come emerge da quanto appena detto, le acque reflue non possono essere disperse sul territorio, perché costituirebbe un rischio ambientale e sanitario grave. Anche lo svuotamento e lo smaltimento dei liquami viene regolato con norme sia a livello comunitario, che nazionale, regionale e municipale.

Da un punto di vista legislativo fu negli anni ’70 che la Comunità europea emanò delle direttive che garantivano la cura delle acque di scarico. Pertanto l’Italia fece la legge 319/79 detta anche “Legge Merli”, nella quale, oltre a diverse indicazioni su molte altre materie, regolamentava come dovevano essere trattati e smaltiti gli scarichi e i liquami.

Da allora sono state promulgate altre leggi come la n.36/94 e altre regole regionali e comunali che si pongono come obiettivo quello di gestire al meglio la manutenzione e il trattamento dei liquami di tipo domestico e non.

Se non sai a chi affidarti per svuotare il tuo pozzo nero, inviaci un’email oppure chiamaci per un preventivo gratuito e senza impegno. Scopri tutte le proposte e le soluzioni di Pozzi neri Prato e Spurgo pozzi neri Prato di Ambiente Spurgo!

SE VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI O UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO

CONTATTACI, SCRIVICI UNA EMAIL ALL’INDIRIZZO: info@ambientespurgo.191.it O CHIAMA 347 4188240 OPPURE 0574 813362