Cattivi odori Scarichi Fognari: Rilevatore di Fumo Prato, Empoli, Firenze
Cattivi odori negli scarichi fognari: una panoramica sul test del generatore di fumo
7 Gennaio, 2020
Show all

Cos’è uno spazio confinato e in cosa consiste questo tipo di lavoro

Lavori in spazi confinati Prato, Empoli, Firenze: Cos'è cosa si intende

Lavori in spazi confinati Prato, Empoli, Firenze: Cos’è cosa si intende

I lavori in spazi confinati vengono richiesti molto più di quanto si possa pensare. Per capire veramente cos’è uno spazio confinato, iniziamo con la sua definizione. Uno spazio confinato è un’area sufficientemente grande e configurata in modo tale che una persona possa entrare fisicamente ed eseguire un qualche tipo di lavoro; ha mezzi limitati o limitati per l’ingresso o l’uscita, e non è progettato per l’occupazione continua.

Alcuni esempi di spazi confinati includono serbatoi di stoccaggio, fognature, tombini, tunnel, condotte, silos, pozzi neri, vasche. In Italia, le norme che regolamentano questo tipo di lavori sono molteplici, cioè non vi è un’unica norma che definisca in modo specifico quali sono gli spazi confinati e come agire in tali ambienti.

La prima di essa era il D.Lgs. 81/08 (articoli 66 e 121 e Allegato IV, punto 3) ma in seguito, per evitare incidenti gravi, è stato emesso il DPR 177/2011 (“Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinanti”) con le linee guida e le procedure da rispettare.

Da queste norme si legge che uno spazio confinato ha la particolarità di avere una o più caratteristiche specifiche, la prima è che contenga gas pericolosi o che potrebbe avere il potenziale per essere mortalmente pericolosi. Questi pericoli sono classificati in tre categorie: tossici, asfissianti, e infiammabili o esplosive. A seconda dei prodotti chimici, possono presentare più pericoli, a seconda della loro concentrazione.

Il metano, ad esempio, è una sostanza inodore che non è tossica ed è innocua fino ad alcune concentrazioni. Il metano può spostare tutta o parte dell’atmosfera in uno spazio confinato e i pericoli presentati da tale spostamento possono variare notevolmente, a seconda del grado di spostamento.

Lavori in spazi confinati Prato, Empoli, Firenze: Cos'è cosa si intende

Chi lavora in questo settore esegue dei controlli e monitora lo spazio confinato con strumenti che rilevano tutti i potenziali rischi che il lavoratore che vi entra potrebbe incontrare.

La seconda caratteristica di uno spazio confinato è il contenimento di un tipo di materiale che ha il potenziale di asfissiare una persona. Si riferisce a situazioni in cui una persona potrebbe rimanere intrappolata a causa di perdita dei sensi o di altro problema fisico, di solito da gas ivi presenti. Si tratta quindi di un pericolo di asfissia o di riempimento del sistema respiratorio mentre il gas viene inalato. Un’altra caratteristica è il contenimento di un meccanismo che potrebbe intrappolare o schiacciare una persona. Molti incidenti che si sono verificati in passato, non si sarebbero verificati se il piano d’azione preventivo corretto fosse stato quello di proteggere i macchinari o le attrezzature in modo che non si sarebbero attivati ​​mentre una persona era esposta ad essi.

Altre tipologie di rischi sono dovuti a pareti convergenti o da un pavimento che digrada verso il basso e si assottiglia in un’area più piccola. Fosse senza un’adeguata pendenza, o altra protezione, creano il potenziale per un rischio reale. L’eccessiva acqua piovana, le falde acquifere o il liquido da perdite o tubi danneggiati possono anche creare condizioni per un alto rischio di morte di una persona.

Fortunatamente la legge italiana prevede che chi effettua questo tipo di lavori sia altamente formata e disponga di dispositivi di sicurezza (DPI). A seconda dei casi specifici, le attrezzature richieste per gestire efficacemente le situazioni di rischio possono essere: guanti di protezione, maschere con filtro o respiratori, elmetto per la protezione della testa, imbragature di sicurezza, dispositivi di ancoraggio, protezione per gli occhi, calzature di sicurezza, indumenti di protezione.

Ambiente Spurgo per esempio esegue spesso pulizia di vasche e fosse biologiche con bombole d’ossigeno, ovvero un lavoro svolto con l’utilizzo di “DPI” che consentono la discesa all’interno degli spazi confinati per la pulizia di vasche e fosse biologiche con bombole d’ossigeno: questo per garantire la sicurezza dei nostri operatori. Così facendo possiamo respirare tranquillamente mentre operiamo in tutta sicurezza e professionalità.

Dopo numerosi corsi di formazione altamente specializzati e all’avanguardia, siamo in grado di eseguire interventi di questo genere in totale sicurezza per i nostri operatori e con un risultato eccellente per i nostri clienti. Per maggiori informazioni: Vuotatura fosse biologiche Prato, Empoli, Firenze.

Noi di Ambiente Spurgo, come ditta di spurgo fosse biologiche a Prato, Empoli e Firenze, da oltre 15 anni proponiamo soluzioni sicure ed affidabili. Ci siamo specializzati nello spurgo delle fosse biologiche, delle fognature, nella disostruzione dei condotti, nella pulizia di vasche e fosse biologiche con bombole d’ossigeno, nella videoispezione, nell’utilizzo di pompe eletriche per drenaggio, e adesso anche nell’impiego di generatori di fumo per l’individuazione di perdite e infilrazioni. Ci preoccupiamo di trovare, dove possibile, soluzioni alternative per evitare disagi. Grazie alla nostra esperienza, al personale altamente qualificato, continuamente formato e ai nostri strumenti all’avanguardia, troviamo la soluzione più opportuna per il cliente, togliendo ogni possibile disagio.

Potete contattarci per avere un preventivo ed un sopralluogo sul posto gratuito e senza impegno semplicemente scrivendo a info@ambientespurgo.191.it, chiamando al 347 4188240 oppure allo 0574 813362, oppure compilando il modulo di contatto presente cliccando qui.